MARGHERITA TASSI

MARGHERITA TASSI: CHI COME DOVE QUANDO

Foto di Sara Guerrini

IL CORPO E IL MOVIMENTO

Ricerco nel e con il corpo: danza, pratiche somatiche, teatro, creazione, contemplazione e ascolto, cammini, yoga, parkour, immersioni in natura.

Sono nata a San Pellegrino Terme (BG-ITALIA), il paese famoso per l’acqua. Forse è per questo che sono così legata a questo elemento.

La mia ricerca inizia a quattordici anni quando scopro di avere un problema alle ginocchia che mi costringe a non poter praticare alcuna attività fisica fino ai sedici anni, quando incontrerò il teatro fisico durante il liceo.

In quel momento scoprii di potermi muovere senza traumi e da allora il movimento è diventato un motore di ricerca personale per scoprirmi ed evolvermi.

Foto di Alberto Benigni

Sono completamente affascinata dalla capacità degli umani di fare poesia.

Inizio così incessantemente a studiare danza, teatro, pedagogia con diversi artisti e pedagoghi, tra i più significativi: Teatro Tascabile di Bergamo, Odin Teatret, Cinzia Delorenzi, Mandiaye N’Diaye (e troupe Sant Yalla), Giorgio Rossi, Giuseppe Asaro.

A diciotto anni ho fondato il mio primo gruppo teatrale giovanile autonomo.

Ho proseguito poi la mia esperienza con Compagnia Brincadera dove ho partecipo alle diverse attività: spettacoli, performance, formazioni, gestione sala, organizzazione. 

Polaroid di Alberto Benigni

Ho lavorato in Senegal con Mandiaye ‘Ndiaye (ex-teatro delle Albe) e la troupe Sant Yalla allo spettacolo GNARI GNOXONDEEM, a una tournée di laboratori con la Cooperazione Italiana e ho organizzato OPERA LAMB, l’ultima sua opera, all’interno del progetto NAT 2013 (Network for African Talents). Due degli attori della troupe Sant Yalla, sono gli artisti di Thioro, un cappuccetto rosso senegalese, vincitori del premio Eolo 2019.

Sono laureata in Scienze dell’educazione e ho lavorato per molti anni presso la Cooperativa Sociale Il Segno, dove ho creato il primo spettacolo integrato “Buonanotte, Orso Bianco”.

Mi sono specializzata in pratiche performative in contesti di fragilità e ho creato, insieme a Mirco Nacoti, per l’Associazione Sguazzi Onlus e il Festival In Necessità Virtù, il progetto Anch’io Teatro, attivo in Italia e in Svizzera.

E’ un progetto di laboratori teatrali ad alto impatto inclusivo e sociale che esplora e scardina i paradigmi nella disabilità e della normalità per creare un approccio sensibile all’altro attraverso la creazione collettiva.

Anch’io teatro, perfomance 2014. Foto di Luca Geneletti

Nel 2019 ha partecipato al festival Orme , insieme a Metta Diomedes, con il laboratorio Facile a rompersi, svoltosi con LACedu.

L'immagine può contenere: 1 persona
Foto di Luca Geneletti

A trent’anni  decido di esplorare maggiormente il mio corpo .

Mi approccio al Parkour con l’associazione ParkourWave, dove scopre le infinite potenzialità del corpo in relazione all’ambiente naturale e urbano.

Attualmente sono in formazione presso Rhizoma/le pratiche dell’ascolto. Percorso di formazione in pratiche somatiche integrate, scuola itinerante e in natura condotta da Cinzia Delorenzi (danzatrice, coreografa, formatrice –IT-).

In questa formazione, che è stata rivelatrice, ho studiato BMC ®, Danza Sensibile ®, Embriologia, ascolto cranio sacrale, tocco, creazione, ascolto, accompagnamento nel movimento, elementi della trasmissione e ho fatto ritiri intensivi in natura (foresta, mare, deserto).

Foto di Carla Agostoni e Lilia Carrara

Queste ultime esperienze di studio e ricerca mi hanno portato al desiderio e alla volontà di tornare in scena dopo gli anni giovanili e gli anni dedicati alla pedagogia.

Foto di Sara Guerrini

In questi ultimi anni di studio e ricerca ho scoperto una delle mie verità: solo attraversando il corpo è possibile conoscere, guarire e fare poesia.

Dal 2018 mi sono trasferita in Svizzera e ho aperto MIRARI guardare al mondo con corpo di meraviglia (Bellinzona –CH-) per poter operare nel campo della formazione e della performance. Con MIRARI e il progetto Anch’io teatro partecipo ad un tavolo di lavoro a cui aderiscono Accademia Teatro Dimitri, Associazione Danzabile e Giullari di Gulliver (CH) che ha l’obiettivo di creare le condizioni affinchè la figura del perfomer con disabilità possa essere riconosciuta a livello istituzionale.

Con questo trasferimento è iniziata una fase di ricerca interna attraverso le pratiche somatiche ancora più intensa che mi ha portato a sperimentare ancora di più e a connettermi con altre realtà Svizzere e europee.

Foto di Elisenda Kirchmayr

Dal 2019 insieme a Elisenda Kirchmayr (coaching trans personale, musico terapeuta) e Andrea Grancini (Theatre Practitioner and Bodyworker) (MLT) stiamo elaborando un progetto internazionale CO-CREATION concepito per lo sviluppo personale e del gruppo e per la creazione di materiale performativo autentico.

Foto di Sara Guerrini

Con MIRARI e il sostegno di TEATRO DEL GATTO è nata la mia creazione HYBRID le sirene parlano a me con la regia di Giuseppe Asaro (coreografia, regia, coaching – CH-).

Foto di Sara Guerrini

Hybrid è una performance di danza contemporanea. Uno spettacolo che nasce dalla mia anima, che ha il desiderio di convidere con il pubblico un’esperienza autobiografica di sette anni sottoforma di archetipi e di rituale.

Sono un essere danzante.

E questo spettacolo vuole condividere la gioia del movimento frutto in una ricerca autentica e sensibile. E’ una guarigione. Una sanazione attraversata dallo studio e dalla ricerca somatica.

Hybrid è il primo capitolo di una trilogia che esplora il concetto di ibrido sperimentando diversi linguaggi performativi e dell’arte visuale.

MIRARI ditta individuale di Margherita Tassi CHE-383.076.640

+41767028682 margherita.tassi@gmail.com